Mavic 2 Pro vs Mavic Pro Zoom

Mavic 2 Pro vs Mavic Pro Zoom

Febbraio 7, 2019 0 Di wp_9109715

Le fotocamere scelte da DJI

 

Pieno di nuove funzionalità da provare e discutere, il tanto atteso Mavic 2 è finalmente arrivato!

Cogliamo l’occasione per approfondire nel dettaglio questo prodotto, e capire quale delle due versioni sia la più indicata in base alle proprie esigenze.

 

Tra le molte cose da considerare, in primis è la fotocamera che Dji ha installato sui droni della fascia Mavic pro, per tanto distinguiamo il Mavic pro 2 e Mavic pro zoom.

 

Dji ha deciso di rilasciare due modelli separati di drone, seppur con lievi differenze che andremo ad analizzare per voi.

 

 

Il design della fotocamera disegnato da Dji per il Mavic 2 zoom è studiato in maniera tale che il sensore pur essendo piccolo e arrotondato ,  è adattato al piccolo spazio del drone, rendendo il design del Mavic molto elegante.

Questo è il primo drone consumer di DJI ad avere un obiettivo zoom ed è l’unico drone consumer che scatta 4K con lo zoom ottico 2x.

 

Il Mavic 2 Pro, ha la particolarità di avere una fotocamera unica nel suo genere, monta infatti una fotocamere Hasselblad da 20 Megapixel

 

Funzioni in comune tra il Mavic Pro 2 e lo zoom

 

Dji ha fatto in modo che i due droni siano pressochè uguali in termine di costruzione e prestazioni, la differenza primaria come abbiamo visto sta nella fotocamera.

Ma vediamo le caratteristiche base in comune sia nella versione  Pro che  Zoom del DJI Mavic 2.

  • Autonomia di ciraca 30 minuti ed una velocità  di 72 km / h
  •  video 4K a una velocità di scrittura a  100 Mbps.
  • HyperLight Questa funzione studiata da Dji, scatta  serie di foto e attraverso un rendering instantaneo le mette assieme, riducendo il rumore nelle immagini e ottenendo un risulto migliore.
  • Hyperlapse
  • Modalità D-HDR, differenza principale introdotta rispetto al vecchio modello Dji Mavic pro è la possibilità di creare foto D’HDR (HYGH DYNAMIC RANGE),  in parole semplici scattando una serie di immagini RAW e combinandole assieme combinando il massimo dei dettagli delle aree chiare e scure dell’area ripresa.

 

Capacità extra del Mavic Zoom

 

Il Mavic 2 Zoom  si distingue dal fatto che  l’obiettivo possiede una lunghezza focale di 24 mm-48 mm.

Con una capacità di  zoom 2x e 4x durante  le tue riprese video in Full HD.

La comodità sta nel fatto che con un solo obbiettivo si possono ottenere delle scene altrimenti prima impossibili da girare, questa specifica così di qualità,infatti non è presente in nessun altro drone commerciale (qualcosa di similare è offerto dal Parrot Anfi).

Ulteriore possibilità di ripresa offerta dal DJI Mavic Zoom è l’effetto Vertigo di serie, comunemete chiamato Dolly zoom in cinematografia.

Famoso trucco ottico utilizzato da Alfred Ichcok, crea un effetto visivo per il quale

il soggetto principale rimane lo stesso, ma lo sfondo si “trasforma” diventando più ampio o più stretto

 

 

 

Per ultimo facciamo notare come il Mavic zoom riesce a scattare foto in  “Super Risoluzione” ovvero quando una foto è scattata  campo visivo di 24 mm equivalente, il sensore da 12 megapixel scatta una serie di foto e le mette assieme in modo da ottenere una  sbalorditiva risoluzione finale di 48 Megapixel.

 

Quale Mavic dovrei comprare

Tenendo in considerazione tutto quello elencato sopra, nel succo dell’articolo, riteniamo che tutti e due i droni emessi da Dji sono allettanti, ammettiamo che questa volta ha messo un pò tutti in difficoltà con questo aggiornamento.

 

Per chi avesse la necessità di effettuare filmati di una certa qualità ed ha la possibilità di utilizzare diversi strumenti e telecamere, parliamo quindi di esperti filmalkers, consigliamo la versione Mavic 2 Pro, il quale ha dimostrato una maggiore risoluzione e fedeltà di immagine.

Per chi volesse invece giocare più con gli effetti visivi ed è affascinato dall’opportunità di sfruttare al massimo lo zoom ottico, diremo di puntare sul Mavic pro Zoom.

 

Certo è che DJI ha fatto veramente un buon lavoro con questo ultimo upgrade, e non vediamo l’ora  di vedere cosa ha in serbo per noi appassionati consumer negli anni avvenire.