Privacy Policy Cookie Policy

Mini Droni

In questi ultimi anni il mercato italiano è stato invaso dai mini droni. La maggior parte si avvale di nuove tecnologie mai arrivate sinora nel nostro Paese: la cosa, però, rende paradossalmene più difficile la scelta, perchè tra tante caratteristiche è difficile scegliere se non ci si avvale del parere degli esperti.

 

E il problema nasce proprio nell’ambito delle competenze: in Italia i siti in cui sia possibile farsi un’idea precisa sui migliori mini droni scarseggiano, ed è quindi davvero difficle mettere a confronto le migliori marche nel 2017. Si sente proprio la necessità di un portale in cui gli utenti possono accedere e scoprire tutte le caratteristiche dei migliori droni su piazza, e che li aiuti a scegliere in base alle proprie esigenze.

 

Per risolvere la questione ci siamo noi, pronti a offrirvi le nostre opioni circa i migliori mini droni.

 

 

Un prodotto che ha rivoluzionato il mercato

Nati per uso militare, da quando sono stati commercializzati i droni e i mini droni hanno catturato l’attenzione di tantissimi utenti, sopratutto dei cosiddetti “nativi digitali” (i ragazzi nati dalla fine degli anni Ottanta in avanti) e hanno trovato impiego in tutte quelle attività in cui possono essere utili le riprese aeree, come rilevamenti archeologici, servizi fotografici e tanto altro ancora. Senza dimenticare che un colosso come Amazon sta seriamente pensando di impiegarli nelle consegne a domicilio.

 

Una buona fetta del mercato dei droni è dedicata anche a coloro che usano questi prodotti per pur svago, tant’è che sono venduti anche in e-commerce come eBay, Amazon, Bangood, Euronics, Gearbest, Unieuro, ecc. I prezzi dei mini droni ovviamente variano in base alle caratteristiche di cui sono dotati, come la presenza di una fotocamera, il Wifi, il GPS, ecc.

 

L’impennata di vendite di questi prodotti ha dovuto addirittura scomodare le normative vigenti, ed ha costretto l’ENAC a redarre un regolamento per l’utilizzo dei droni.

 

Non dimentichiamo, infatti, che i droni, sopratutto quelli professionali, sono prodotti che occupano lo spazio aereo, ed è quindi opportuno utilizzarli responsabilmente.

Le normative dell’ENAC riguardano esclusivamente i droni professionali: tali prodotti devono essere iscritti in un registro dedicato e possono sorvolare solo gli spazi aerei fuori dai centri abitati. Inoltre, l’altitudine massima che un drone professionale può raggiungere è di 70 metri, limite che può salire a 150 metri se il pilota è munito di apposito brevetto.

I mini droni per uso creativo non devono seguire alcuna normativa particolare, ma va da sé che se provocano danni a cose o persone il proprietario ne dovrà rispondere.

 

Le riprese con videocamere HD

Tra i vari prodotti disponibili, ovviamente i mini droni con telecamera sono quelli più ambiti, sopratutto quelli dotati di collegamento wireless con il proprio smartphone, perché in questo modo i filmati realizzati possono essere condivisi dopo pochi secondi sui principali social network, come Facebook, Twitter ed Instagram.

La qualità dei frame varia in base al sensore di cui è dotato il drone, e per realizzare quindi video in Full HD ci vogliono prodotti top gamma.

Le migliori modalità di video sono quelle in cui i droni hanno il sistema di pilotaggio FPV (acronimo di First Person View): sul telecomando è disponibile in pratica un videocamera, affinché il pilota possa vedere in tempo reale le riprese che sta effettuando. I mini droni più recenti hanno il sistema FPV disponibile anche via app: in questo modo le riprese possono essere visualizzate direttamente sul proprio smartphone.

Dopo alcuni cenni preliminari, proviamo a dare uno sguardo ai migliori modelli di mini droni che il mercato offre in questo momento.

 

I droni targati Parrot

Una delle aziende più importanti nel settori dei mini droni è sicuramente la Parrot. Si tratta di un’azienda francese che può vantare diversi anni di esperienza nel settore, e che realizza quadricotteri (elicottero a quattro eliche) per tutte le esigenze.

I mini droni della Parrot possono essere pilotati con un comodo controller, mentre per i modelli più recenti è disponibile anche l’app per controllarli via smartphone.

 

Il modello che rappresenta al meglio la qualità di questa azienda è sicuramente il Parrot Swat: prodotto leggero (appena 54 grammi di peso), pieghevole, facile da pilotare, può essere controllato anche da smartphone. Lo Swat è dotato di giroscopio, con 3 assi per la Fotocamera, e vanta anche la tecnologia Free Fall Take-Off (il drone si accende automaticamente se lanciato in aria). Per chi ama volare di notte, il Parrot Swat è dotato perfino di fari, ha una lunga autonomia e la batteria si ricarica in appena 25 minuti.

Altri modelli interessanti di casa Parrot sono l’Hydrofoil (conosciuto anche come “drone motoscafo” per il suo ottimo rapporto con l’acqua), il Cargo Travis, il Jumping Race Max, l’Airbprne Night e i prodotti della linea AR e Swing.

 

 

I mini droni Dji Spark

Altra grande azienda produttrice di droni è sicuramente la Dji, che con il modello Spark ha conquistato il mercato “consumer”. Si tratta di un prodotto “pocket”, grande quanto una lattina, che pesa appena 300 grammi, ma che in compenso ha grandi caratteristiche: gimbal meccanico a due assi, fotocamera Full HD da 12 Megapixel, una super velocità da 50 Km/h e autonomia di ben 16 minuti. Il Djj Spark può essere acquistato con poche centinaia di euro, ma vale tutti i soldi spesi.

 

I droni sbarcano anche nel mondo Lego

Per i più creativi, oggi è possibile costruire il proprio drone in prima persona, grazie ai mitici mattoncini Lego. Flybrix mette a disposizione un kit, dotato di un manuale di istruzioni davvero semplice, in cui chiunque può costruire il proprio mini drone in pochi minuti. Ogni drone realizzato con i mattoncini Lego è ovviamente dotato di camera con risoluzione 1080p, perfetta per i selfie, vanta un’ottima autonomia di batteria e può essere controllato anche da smartphone. Nei forum dedicati ai droni i modelli realizzati con mattoncini Lego stanno riscuotendo sempre più successo tra gli appassionati.

 

Altri modelli di droni

Oltre ai Parrot Swat, ai Dji Spark e ai modelli da costruire con mattoncini Lego, sul mercato esistono tantissimi altri mini droni che meritano la nostra attenzione. Tra i più noti, segnaliamo il Drocon Hacker GD60, l’Hasakee H1 FPV RC, il JJRC H 36 (modello super economico, può essere acquistato anche ad appena 10 euro) il JJRC H37 Mini Baby Elfie, l’Hubsan H107 X4, lo Xiro Xplorer Vision, il Radiofly Space Light 60, l’Eachine H8 Mini, il Syma X8HG, il TwoDots Sparrow, il Rabing Mini Foldable, lo Skywalker X-8 FPV, l’Udirc U818A-1 Discovery HD, il Pioneer Ufo 509G e il WLToys 323. Esistono ovviamente tantissimi altri modelli, ma quelli appena elencati rappresentano sicuramente i prodotti più apprezzati dalla maggior parte degli utenti.

 

Dove posso comprare un mini drone?

Grazie ai link di droni360 potrete scoprire i migliori mini droni del mercato, scegliendo quelli più adatti alle vostre esigenze e trovando soluzioni con un ottimo rapporto qualità – prezzo!

Chiudi il menu